Viaggio nel mondo degli illustratori

Voglio condividere con te la mia passione per le illustrazioni
presentandoti a mio modo alcuni tra i miei autori preferiti,
e quelli che scopro ogni tanto, per ricerca, o per destino.
John

The Fan Brothers

TERRY ED ERIC, FRATELLI PER DAVVERO

The Fan Brothers sono Terry ed Eric, fratelli per davvero. E questo è un fatto. E’ un fatto che non può prescindere dal vantaggio genetico che hanno di risolvere in maniera complementare e simbiotica il loro talento, producendo a quattro mani dei capolavori. “Il giardiniere notturno” è una roba pazzesca, meritatissimo il suo posto tra i 3 finalisti del Premio Andersen, (e altrettanta meritata la vittoria di Zagazoo con le illustrazioni di Quentin Blake) resta comunque uno di quegli albi che ogni genitore dovrebbe leggere nel lettino col proprio pargolo. E in effetti c’è anche poco da leggere, perché di molto bisogna osservare. Il testo è veramente ridotto all’indispensabile, a mantenere una inerzia di un racconto che già è dettagliato nella cura dei disegni. Per rendervene conto compratelo e poi mi dite, non sarò certo io, come dico sempre, ad aggiungere una recensione rilevante, ma piuttosto mi piace porre l’accento su questi due fratelli che nel video vedete come si palleggiano i fogli per delineare le loro bozze, mostrarci il loro approccio in tandem, pacato, naturale, schematico, una abitudine evidentemente, anche se la loro infanzia rimanda a due percorsi paralleli ma determinati dalla nascita in due città differenti. Di origini asiatiche, Eric nasce alle Hawaii mentre Terry in Hillinois, la collaborazione parte da piccini quando hanno pensato di disegnare balene ed esseri marini sulle pareti della loro cameretta, e mentre una mamma “normale” li avrebbe troncati di botte, la loro li ha incoraggiati e il babbo era sempre pronto a raccontargli storielle inventate da lui.

© I contenuti del blog non possono essere interamente ripubblicati previo mio consenso. E’ possibile una pubblicazione parziale a patto che venga citata la fonte e l’autore.

1000 Caratteri rimanenti